TRADIZIONI DINTORNI VISITARE CASA VACANZE CONOSCERE

 

Cava de' Tirreni

campania
provincia di salerno
salerno
cava de tirreni
costiera amalfitana
costiera cilentana
parco del cilento
paestum
velia
agropoli
palinuro
sapri
padula
pertosa
vallo di diano

Cava de' TirreniCava de' Tirreni e' stata fondata oltre 1500 anni a.C. ed il suo territorio faceva parte dell'antica Citta' di Marcina, fondata presumibilmente dai Tirreni. Abitata in seguito da Greci, Sanniti e Lucani, la vallata cavese in epoca romana prese il nome di "Valle Metiliana".

Nel 455 d.C. fu distrutta da Genserico, re dei Vandali, venuto dall'Africa per vendicare la morte di Valentiniano II. Dopo il tragico evento il territorio di Cava fu occupato dai Goti, dai Longobardi di Salerno, da Saraceni, dai Normanni; questi ultimi vi rimasero per lungo tempo ed ebbero sempre una grande venerazione per il Monastero dei Benedettini, ai quali accordarono concessioni e privilegi. Fare un viaggio fra l'arte e la cultura di Cava de' Tirreni significa attraversare oltre un millennio di storia ricca di personaggi, opere e monumenti: ogni passo del visitatore dell'antico borgo medievale e dei tanti villaggi porterÓ ad una piacevole scoperta.
Cava de' TirreniArrivati a Cava de' Tirreni, usciti dall'autostrada A3, dopo soli 400 metri, s'incontra un superbo monumento in granito: l'Epitaffio, fatto costruire da Filippo III Re di Spagna nel 1608.
Percorrendo Corso Mazzini si arriva in piazza Duomo, dove sorge la cinquecentesca Cattedrale e l'artistica fontana dei delfini, opera dello scultore Alfonso Balzico, nato a Cava de' Tirreni nel 1825 e molto attivo alla corte dei Savoia.
Procedendo fra due ininterrotte file di portici, che caratterizzano i palazzi seicenteschi, si arriva al Largo Comizi, dove si possono ammirare le splendide architetture pre-barocche di S.Giovanni e dalla Chiesa del Purgatorio, erette dagli Artisti, fecenti parte delle omonime arciconfraternite fondate nel 1596. Preludio al quattrocentesco Borgo Scacciaventi, con i suoi antichi palazzi dai portali in pietra scolpita e con le corti dalle evidenti tracce di architettura aragonese.
Al termine del sinuoso Borgo Scacciaventi si apre la luminosa Piazza S. Francesco con la cinquecentesca Chiesa della Madonna dell'Olmo e la Torre campanaria a base quadrata, che sormonta un mirabile seicentesco chiostro.
Poco discoste sorgono la Chiesa e il convento di S. Francesco ed il Convento di S. Maria del rifugio con il cinquecentesco Chiostro.
Ma il pi¨ grande monumento di Cava de' Tirreni Ŕ la Badia della Santissima TrinitÓ, monumento nazionale, vero condensato di storia, cultura e di opere d'arte.

 

 

homepage immagini servizi mail contatti

SORRENTO LAST MINUTE !!! .
Share |