Sorrento Casa Vacanze La Terrazza

TRADIZIONI DINTORNI VISITARE CASA VACANZE CONOSCERE

Napoli - Teatro San Carlo

 

campania
penisola sorrentina
campi flegrei
isole del golfo
napoli
vesuvio
parco del vesuvio
pompei
ercolano
oplonti
stabiae
nocera

Il San Carlo è il più antico teatro operante in Europa.
Costruito nel 1737, non ha mai sospeso le sue stagioni eccetto nel periodo compreso tra il maggio 1874 e il dicembre 1876 allorché, a causa della grave crisi economica di quegli anni, vennero meno le abituali sovvenzioni.
Il San Carlo fu costruito per volontà del sovrano Carlo di Borbone.
Egli, infatti, nell'ambito del rinnovamento urbanistico volto a dare a Napoli un aspetto più consono al suo recente ruolo di capitale di un regno autonomo, ritenne opportuno che un nuovo teatro svolgesse la funzione di rappresentanza del potere regio, prendendo così il posto del piccolo e vetusto (era stato eretto nel 1621) San Bartolomeo.
Il 4 marzo 1737 fu firmato il contratto con l'architetto Giovanni Antonio Medrano, Colonnello del Reale Esercito, e con l'appaltatore Angelo Carasale, già direttore del S. Bartolomeo e quindi uomo di fiducia del sovrano.
Otto mesi dopo l'inizio dei lavori, il 4 novembre, il teatro era già ultimato.
Il San Carlo fu inaugurato con l'opera Achille in Sciro di Metastasio, con musica di Domenico Sarro che diresse l'orchestra e tre balli creati da Gaetano Grossatesta. Le scene furono di Pietro Righini.
Quando Napoli fu attraversata dalla tempesta che condusse alla proclamazione della Repubblica Partenopea (gennaio-giugno 1799) il Teatro del Re cambiò la propria denominazione in Teatro Nazionale.
La notte del 12 febbraio il teatro fu completamente distrutto da un incendio.
L'evento gettò Napoli nel lutto e fu raccontato con emozione dai giornali di tutta Europa. Ma soltanto dieci mesi dopo, alla fine dello stesso anno, gli stessi giornali con meraviglia ed ammirazione diedero la notizia che il San Carlo era già risorto.
Fu re Ferdinando (divenuto Ferdinando I dopo il Congresso di Vienna e la restituzione ai Borbone del Regno) ad ordinare, sei giorni dopo l'incendio, che il San Carlo venisse ricostruito senza indugi.
L'incarico fu affidato allo stesso Niccolini, con l'impegno di rifarlo tale e quale com'era prima dell'incendio.
In realtà Niccolini diede all'architettura del teatro una chiara impronta neoclassica: il portico e la facciata furono rifatti; la sala fu abbellita con nuove decorazioni, opera di Camillo Guerra e Gennaro Maldarelli, tra cui i fregi sui parapetti dei sei ordini di palchi ed un bassorilievo e un orologio nel sottoarco del proscenio; il palco reale fu ampliato: sul soffitto fu aggiunta una gigantesca tela ("velario"), tutt'ora esistente, di Giuseppe Cammarano: «Apollo che presenta a Minerva i più grandi poeti del mondo»; fu dipinto un nuovo sipario, poi sostituito nel 1854 con un altro, ancora in uso, di Giuseppe Mancinelli «Il Parnaso»; inoltre venne sensibilmente migliorata l'acustica (ancora oggi unanimamente considerata perfetta) e fu ampliato il palcoscenico, che oggi misura mt. 33.10 x 34.40.
A tutt'oggi la sala appare così come la vide Stendhal la sera della sua seconda inaugurazione, il 12 gennaio 1817: «...non c'è nulla in tutta Europa, che non dico si avvicini a questo teatro, ma ne dia la più pallida idea. Gli occhi ne restano abbagliati, l'anima rapita...».

Indirizzo
Napoli, Via San Carlo (di fronte alla "Galleria Umberto I")


VISITE GUIDATE del Teatro

Orari
Dal Lunedì al Venerdì dalle ore 9.00 alle ore 19.00 (ultimo ingresso alle ore 18.40)
Sabato e Domenica dalle ore 9.00 alle ore 18.00 (ultimo ingresso alle ore 17.40)

Prezzi
EUR 5,00 Adulti
EUR 3,00 fino ai 18 anni

Note
Le visite sono effettuate anche in lingua Inglese, Francese, Tedesco e Spagnolo.

Biglietteria Teatro
Servizio di prenotazione e acquisto biglietti disponibile in Hotel per tutta la Stagione di Opera, Balletti e Concerti del teatro.
E' possibile usufruire del servizio anche al momento della prenotazione del soggiorno, prima della data d'arrivo prevista in Hotel; gli ospiti riceveranno i biglietti direttamente alla Reception.

Napoli
Napoli - Cenni storici Napoli Sotterranea
Il Museo Archeologico Nazionale di Napoli Il Museo di Capodimonte
La Chiesa del Gesù Nuovo Il Duomo
Il Chiostro di Santa Chiara La Cappella Sansevero

La Certosa di San Martino

Il Palazzo Reale di Napoli

Il Teatro San Carlo

Piazza Plebiscito

La Villa Comunale di Napoli

Via Caracciolo

Università Federico II

Dintorni di Napoli


 

homepage immagini servizi mail contatti

 

SORRENTO LAST MINUTE !!! .
Share |